Competenze accademiche

 

Lo studente che ottiene la Laurea Magistrale in Culture Letterarie Europee deve possedere un livello di competenza corrispondente al “second cycle descriptor level” del Tuning Project.

Deve essere in grado di:

- interpretare gli avvenimenti, gli sviluppi e le politiche europee in ambito nazionale, regionale e locale (grazie alle unità didattiche 1 e 3 del programma);
- usare differenti metodologie disciplinari in modo complementare (grazie alle unità 1, 2 e 3);
- sviluppare un progetto di ricerca guidata (grazie alle unità 1 e 2) e lavorare autonomamente (grazie all'unità 4);
- capire e interpretare le politiche europee (grazie all'unità 3);
- capire e interpretare idee e concetti dell'Europa e dell'integrazione europea (grazie alle unità 1 e 3);
- comunicare in più lingue internazionali usando una terminologia appropriata (grazie all'unità 2 e alla mobilità richiesta);
- muoversi in paesi diversi e possedere buone attitudini alla comprensione culturale (grazie alla mobilità richiesta).

Riguardo ai risultati dell'apprendimento, uno studente che ottiene la laurea magistrale dovrà:

- conoscere almeno tre lingue (l’inglese, il francese, e l’italiano e/o il greco, a seconda della mobilità obbligatoria scelta);
- conoscere le differenti metodologie degli studi letterari (letterature nazionali, letterature comparate, letteratura e informatica etc.);
- essere in grado di sviluppare una bibliografia esaustiva, un dossier di ricerca e una tesi di ricerca su un tema riguardante la letteratura europea;
- conoscere le metodologie di almeno tre aree tematiche (ad esempio: storia della letteratura, analisi testuale, storia, storia dell'arte, storia delle idee etc.) in modo da essere in grado di analizzare in maniera approfondita la produzione culturale europea;
- conoscere la storia e la cultura dell'Europa in modo da contestualizzare la produzione letteraria nel più ampio quadro della storia culturale europea.

 

Ultimo aggiornamento:  06/09/2016